HomeCronacaPiana, 2 arresti e 14 denunce: prosegue l'attività di controllo dei Carabinieri

Piana, 2 arresti e 14 denunce: prosegue l’attività di controllo dei Carabinieri

Pubblicato il

I Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, hanno arrestato 2 soggetti e denunciato 14 persone per reati in materia di lavoro ed ambientali, violazione di sigilli, procurato allarme, lesioni e maltrattamenti.
Nello specifico, i Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno arrestato un 49enne per evasione da una struttura sita in provincia di Vibo Valentia dove era sottoposto alla misura cautelare.

Inoltre, sempre i militari della Sezione Radiomobile, durante un normale controllo alla circolazione stradale, hanno deferito in stato di libertà una donna straniera sorpresa alla guida in stato di ebbrezza.

I Carabinieri della Tenenza di Rosarno hanno

  • arrestato un 58enne rosarnese, raggiunto da un ordine di esecuzione pena e dovrà scontare 10 mesi di reclusione per favoreggiamento aggravato, commesso in Rosarno nel 2011;
  • unitamente ai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Reggio Calabria hanno deferito in stato di libertà tre persone, soprese a svolgere attività di autocarrozzeria senza alcuna autorizzazione. L’attività artigianale, già in passato sanzionata e posta sotto sequestro, risultava violare le normative ambientali e sul lavoro. A seguito del controllo sono state elevate sanzioni per migliaia di euro;
  • denunciato tre persone per ricettazione di mezzo agricolo rubato, furto di energia elettrica e violazione in materia sanitaria e delle misure di controllo ed eradicazione della peste suina. I Carabinieri della Stazione di San Ferdinando hanno deferito in stato di libertà tre uomini del posto rispettivamente per maltrattamenti in famiglia nei confronti della propria convivente, per lesioni in quanto l’uomo aveva utilizzato una carabina ad aria compressa per colpire un proprio vicino alla testa verosimilmente per dissidi di vicinato ed infine per violazione delle norme ambientali in quanto aveva adibito un’area a discarica di rifiuti speciali. I Carabinieri di Rizziconi hanno denunciato un uomo per maltrattamenti in famiglia e, insieme ai colleghi della Stazione Forestale di Cittanova, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria un gommista del posto per violazione del testo unico sulle norme ambientali. In particolare, a seguito di un controllo hanno rinvenuto la presenza in stoccaggio di un numero considerevole di pneumatici fuori uso, di fatto adibendo l’area a discarica abusiva.

I Carabinieri della Stazione di Gioia Tauro, in ultimo, hanno denunciato per procurato allarme due cittadini stranieri i quali, con una pistola a salve, dal balcone della propria abitazione, avevano sparato numerosi colpi ingenerando il panico tra i passanti ed i vicini di casa i quali richiedevano l’intervento dei militari dell’Arma.

Ultimi Articoli

Nominato il comitato scientifico per la Varia di Palmi, Mattiani (Lega): «La Varia è prima di tutto un patrimonio regionale, doveroso tutelarla»

Predisposta una sezione sul sito del Consiglio Regionale e della Regione Calabria dedicata alla Varia

Con Baglioni e Caccamo la parola prende forma al Festival nazionale del Diritto e della Letteratura

Lezioni di diritto rigorosamente dispensate ai non addetti ai lavori mettendo al centro letteratura...

A San Ferdinando nasce il museo diffuso MAD: un legame vivo con la memoria e la cultura della città

L'obiettivo è valorizzare e promuovere il patrimonio storico, artistico e culturale della città.

Anche la Metrocity al Festival nazionale di diritto e letteratura di Palmi con Baglioni, Caccamo e Salvati

Il sindaco Falcomatà: «L'arte abbatte le barriere e riscatta la storia del nostro territorio»

Taurianova, bar frequentato da pregiudicati: licenza sospesa per 15 giorni

È il quinto nella sola Piana di Gioia Tauro

Operazione “Game over”: smantellata una rete di spacciatori nella Piana

L’operazione è dei carabinieri della compagnia di Taurianova

Operazione Game Over, il sindaco di Taurianova ringrazia i Carabinieri

Biasi: «La nostra Compagnia dell’Arma si conferma un baluardo determinata e radicata»