HomeAltre NotizieParlare ai bambini di solidarietà attraverso la magia del libro: nasce "Le...

Parlare ai bambini di solidarietà attraverso la magia del libro: nasce “Le avventure di Balù”

Pubblicato il

«Tempo fa, proprio nel tuo paese, viveva un cagnolino di nome Balù. Era piccolo, col pelo bianco e nero, un simpatico ciuffetto sulla testa e quattro candide chiazze che coprivano le zampe».

Inizia così, con questo incantevole incipit, una storia senza tempo, una fiaba ricca di insegnamenti.

 “Le avventure di Balù”, scritto a quattro mani da Anna Maria Deodato e Gaetano Catalani, edito da La Caravella, è un libro per bambini che mette in risalto i buoni sentimenti che sono alla base della vita sociale.

Balù, protagonista del racconto, è un simpatico cagnolino che, in compagnia dell’impavido amico Sugar, vive una serie di avventure cariche di emozioni che gli fanno scoprire nuovi aspetti della natura umana. Alla ricerca del padre mai conosciuto, si imbatte in vari personaggi dai quali impara molto. La fiaba, articolata in dieci episodi, narra le peripezie del cagnolino in un alternarsi di vicende tristi e divertenti.

Il volume, ad appena un mese dalla pubblicazione, ha già riscosso un grande successo tra piccoli e grandi lettori, in tutt’Italia, ed è oggetto di letture in molte scuole.

Una favola raccontata con calore ed esattezza letteraria dagli autori, che suscita emozioni e riesce a parlare al cuore dei più piccoli, perché affronta temi universali come l’amicizia e la solidarietà. Consigliato ai bambini dai tre ai dieci anni, è un valido strumento di crescita anche per i bambini più piccoli attraverso l’ascolto attivo dell’adulto che legge.

La storia, che si dispiega in maniera coinvolgente nelle 76 pagine, con vari colpi di scena, è scandita dalle meravigliose illustrazioni di Arianna Zungri.

Nei prossimi giorni, partirà un tour di presentazioni con il coinvolgimento di varie realtà istituzionali e associazionistiche. Le tappe già in programma sono: il 16 dicembre a Palmi, il 5 gennaio a Gioia Tauro e il 15 gennaio ad Ardore.

Anna Maria Deodato vive a Palmi, è docente di diritto ed economia e svolge la libera professione di consulente aziendale. La scrittura è una passione che coltiva da molti anni e ha ricevuto numerosi riconoscimenti per la poesia e i racconti in concorsi letterari nazionali e internazionali.

Gaetano Catalani vive ad Ardore, dove svolge la libera professione di medico specialista in dermatologia. Da circa dieci anni scrive racconti e poesie in lingua italiana e in vernacolo, riscuotendo numerosi riconoscimenti letterari in campo nazionale e internazionale.

Ultimi Articoli

Nominato il comitato scientifico per la Varia di Palmi, Mattiani (Lega): «La Varia è prima di tutto un patrimonio regionale, doveroso tutelarla»

Predisposta una sezione sul sito del Consiglio Regionale e della Regione Calabria dedicata alla Varia

Con Baglioni e Caccamo la parola prende forma al Festival nazionale del Diritto e della Letteratura

Lezioni di diritto rigorosamente dispensate ai non addetti ai lavori mettendo al centro letteratura...

A San Ferdinando nasce il museo diffuso MAD: un legame vivo con la memoria e la cultura della città

L'obiettivo è valorizzare e promuovere il patrimonio storico, artistico e culturale della città.

Anche la Metrocity al Festival nazionale di diritto e letteratura di Palmi con Baglioni, Caccamo e Salvati

Il sindaco Falcomatà: «L'arte abbatte le barriere e riscatta la storia del nostro territorio»

Con Baglioni e Caccamo la parola prende forma al Festival nazionale del Diritto e della Letteratura

Lezioni di diritto rigorosamente dispensate ai non addetti ai lavori mettendo al centro letteratura...

A San Ferdinando nasce il museo diffuso MAD: un legame vivo con la memoria e la cultura della città

L'obiettivo è valorizzare e promuovere il patrimonio storico, artistico e culturale della città.

Anche la Metrocity al Festival nazionale di diritto e letteratura di Palmi con Baglioni, Caccamo e Salvati

Il sindaco Falcomatà: «L'arte abbatte le barriere e riscatta la storia del nostro territorio»