HomeAltre NotiziePalmi: Papalia risponde all'opposizione

Palmi: Papalia risponde all’opposizione

Pubblicato il

Riceviamo e pubblichiamo:
I consiglieri di sinistra, con un indignato messaggio, attaccano “l’infima maggioranza” per l’elezione del Consigliere Ciappina alla Vice Presidenza del Consiglio, accusando i vincitori della campagna elettorale di non tenere in considerazione una quota rilevante dei cittadini palmesi, che avevano espresso la propria preferenza per il candidato Boemi e per la sua coalizione.

Preliminarmente è bene non dimenticare che questa “infima maggioranza”, in cinquanta giorni, ha rinunciato a tutti i benefit, ha ridotto l’IMU sulla prima casa dal 6 al 2 per mille, ha ridotto il costo degli abbonamenti per i parcheggi sulle strisce blu ed istituito i parcheggi rosa, ha ridotto del 20% la Tassa sull’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche, ha istituito lo Sportello Unico per l’Edilizia, ha coinvolto le Associazioni palmesi per il rilancio della Città, partendo dalle periferie, ha assunto ventisei lavoratori che dal 1° luglio sono al servizio della collettività, ha predisposto la razionalizzazione degli uffici giudiziari e l’integrazione del Punto di Primo Intervento a 24 ore giornaliere, rispondendo quotidianamente a decine di istanze da parte dei cittadini e lavorando incessantemente al risanamento di un bilancio duramente provato dal patto di stabilità e dalla spending review.

Di contro, va stigmatizzato l’atteggiamento di coloro che – per un maldestro capriccio – abbandonano l’aula durante i lavori, preferendo scientemente di non contribuire a provvedimenti d’interesse collettivo. Una condotta, questa, che denota la concezione che i gruppi “Partito Democratico” e “Palmi Domani” hanno dell’assemblea cittadina sovrana, Istituzione evidentemente trascurabile per la ragion di partito.

Si tratta di un vero e proprio tradimento, perpetrato ai danni degli elettori che hanno demandato loro un ruolo di opposizione costruttiva e ponderata.

Sull’argomento del contendere, l’opposizione piddina dimentica volutamente l’accordo al quale essa si è sottratta sin dalla prima seduta del Consiglio, raccontando una versione distorta della realtà.

In quell’occasione avevamo avanzato la proposta – accolta dalla minoranza – di eleggere all’unanimità il Presidente Gaetano Muscari, garantendo l’elezione contestuale alla Vice Presidenza di un consigliere indicato dai sei membri dell’opposizione.

Invece, proprio la coalizione di sinistra, venendo meno alla propria parola, decise allora di astenersi, segnando la rottura con la maggioranza.

Vi è peraltro da dire che la minoranza si è presentata al voto per il Vice Presidente con soli quattro consiglieri su sei e che qualora ci fossimo astenuti o allontanati dall’aula, l’elezione non sarebbe stata possibile a termini di regolamento.

Quanto alla “famelica vocazione ad occupare ogni spazio”, va detto che se solo avessimo voluto, non avremmo avuto difficoltà a modificare il regolamento del Consiglio Comunale per attribuirci le Presidenze delle Commissioni Consiliari. Le stesse saranno invece assegnate alle opposizioni, proprio in virtù della concezione democratica che vuole tutte le espressioni della Città coinvolte nell’amministrazione attiva della stessa. Commissioni che, peraltro, non potranno operare con sollecitudine proprio a causa dell’allontanamento dall’aula dei Consiglieri di sinistra.

Infine, in relazione alla proditoria affermazione secondo cui “tale atto prevaricatorio è dettato forse dalla necessità di mantenere saldi gli equilibri interni alla maggioranza”, intendo tranquillizzare i miei colleghi consiglieri del PD e di Palmi Domani: l’azione amministrativa di chi governa la Città, dimostra in modo inequivocabile la coesione di una coalizione che – in piena armonia e concordia – opera in sinergia con un Sindaco lungimirante e meritevole di assoluta stima e fiducia.

Palmi, lì 19 luglio 2012

Il Consigliere Comunale
Antonio Papalia

Ultimi Articoli

“Imperium”, annullata in Cassazione l’ordinanza del TAR nei confronti di Rocco Morabito

Il 37enne di Sant'Eufemia d'Aspromonte è imputato per tentata estorsione aggravata

A Cinquefrondi si parlerà di “Lupare rosa” con don Marcello Cozzi

Nell'ambito della rassegna "Festival dei libri e della lettura", lunedì 22 aprile, alle 18.00,...

Il lavoro di oltre 40 studenti su Rocca Armenia diventa un modello donato alla Pro Loco di Brancaleone

Realizzato un plastico in scala grazie all'impegno degli studenti del corso di disegno e rilievo dell'architettura della Mediterranea

Aperto il bando del Premio Letterario Giuseppe Berto 2024

Per la 31ma edizione nuova giuria presieduta dallo scrittore dello "Strega" Emanuele Trevi. Il 7 settembre la premiazione in Calabria, a Capo Vaticano

141 milioni per il definitivo dell’ospedale della Piana. Mattiani: «Grazie a Occhiuto per il lavoro incessante»

Un decreto del commissario ad acta stanza un'importante somma da destinare all'opera attesa da più di un decennio

Gli alunni dell’IC San Francesco di Palmi nominati ANAS Ambassador

La scuola ha aderito a un progetto di educazione stradale accreditato al Ministero

Ranuccio: «Sul tema dell’ospedale sono schierato accanto al presidente Occhiuto»

Il sindaco di Palmi commenta lo stanziamento di fondi per il progetto definitivo della struttura sanitaria attuato tramite decreto del commissario ad acta