Palmi: I possibili candidati tra novità e veterani

0
473
Palazzo San Nicola a Palmi

PALMI – Archiviato il 2011, che Palmi ricorderà come l’anno del fallimento della più votata coalizione della sua storia, l’anno appena entrato potrebbe portare le tanto attese elezioni per il rinnovo del consiglio comunale.
Potrebbe perché, ad oggi, il consiglio comunale è ancora sospeso e non sciolto, motivo che farebbe pensare a qualcosa di serio, che possa far slittare le elezioni.

Ma i partiti politici, così come le associazioni, sono già a lavoro, per costruire alleanze, stilare programmi e proporre candidati. Da destra a sinistra, passando per il centro, il mondo della politica è un cantiere aperto, ma poco, e soprattuto nulla di certo, si sa, su alleanze e candidati. Men che meno sui programmi elettorali. Andando un po’ a senso e cogliendo anche quelle che in passato sono state le parole di alcuni politici della città, proviamo a unire i tasselli per formare quel mosaico che tra pochi mesi potrebbe essere il quadro che si prospetterà ai palmesi.

Il centro sinistra, lo ha ripetuto più volte, punterà sulle primarie: Pd, Idv, Sel, Comunisti italiani e tutte le altre sigle dello schieramento, dovranno proporre un loro candidato, che sarà scelto dai cittadini in sede di elezioni primarie, e che correrà alla guida di palazzo San Nicola.

Di certo c’è solo un nome, quello di Enzo Infantino, responsabile dei Comunisti italiani, che pochi mesi fa ha dichiarato di volersi candidare a sindaco. Tra gli altri papabili spiccano i nomi di Carmine Cogliandro, fresco di nomina a segretario di Idv e quello di Mimma Sprizzi, che avrebbe dalla sua parte il convinto sostegno della Cgil.

Sul versante opposto, nel centro destra, la confusione regna sovrana. Assodata la volontà di Rita Franco (Pdl ex Forza Italia) di ricandidarsi alla carica di sindaco, resta da capire cosa vogliano fare i pidiellini dell’area ex AN, quelli che hanno buttato giù dalla poltrona Gaudio. Ernesto Reggio potrebbe candidarsi? O ci proverà Domenico Scalfari, ex presidente del consiglio comunale? E con quali alleanze?

Domande a cui adesso è difficile dare una risposta. Il Fli, dopo l’addio dei suo membri di spicco, dovrà scegliere chi sostenere; sembra oramai scontata la candidatura di Aldo Trimboli (Spazio Libero), che potrebbe avere il sostegno dei futuristi. Si vocifera poi, ma non è certo, che voglia provarci anche Francesco Trentinella, ex assessore comunale.

Infine non è escluso un ritorno di Ennio Gaudio. Sono molte le persone vicine all’ex primo cittadino a sostenere la sua candidatura e dal diretto interessato non sono giunte smentite ma neanche conferme.

Insomma per ora solo voci, ma il tempo scorre inesorabile e nel giro di poche settimane la situazione dovrebbe evolversi e rendere più nitide le posizioni all’interno degli schieramenti in lizza alle prossime elezioni comunali.
Viviana Minasi