HomeSocietàLa solidarietà sale sul palco: a Rizziconi la seconda edizione de "Una...

La solidarietà sale sul palco: a Rizziconi la seconda edizione de “Una poltrona per la vita”

Pubblicato il

Nell’Auditorium Casa Famiglia di Nazareth di Rizziconi andrà in scena, il 22 ottobre alle ore 21, la seconda edizione della manifestazione solidale “Una poltrona per la vita”.

Per l’occasione, sarà presentata l’opera “Decimo – Come foglie d’Acanto”, spettacolo musico teatrale, atto unico di Michele Carilli.

L’iniziativa, alla sua seconda edizione, è curata dall’ Associazione I Baroncini APS di Rizziconi in collaborazione con l’associazione culturale “CarMa” di Reggio Calabria, si svolge nel mese di ottobre, mese della prevenzione dei tumori femminili ed è finalizzata alla raccolta fondi per l’acquisto di poltrone chemioterapiche da donare agli ospedali calabresi.

«Siamo consapevoli di avere doveri verso la nostra comunità e vogliamo trasformare questo dovere in onore, contribuendo fattivamente alle capacità dei nostri ospedali non solo di curare, ma di mantenere alta la “fiamma” della speranza che tutti noi riscalda», si legge in una nota stampa dell’associazione “I Baronicni”.

Teresa Greco, presidente de “I Baroncini”, dice: «Sono ancor più emozionata della scorsa edizione. Allo stesso tempo, però, siamo consapevoli di essere riusciti a creare un evento importante, nel quale crediamo fortemente e che vorremmo ogni anno fosse sempre migliore; crediamo si possa fare sempre più. Si tratta di un evento di grande impatto mediatico e sociale, che ci auguriamo possa essere un punto di riferimento e un aiuto concreto. Noi ce la mettiamo tutta, il motore dell’associazione funziona in modo eccellente, restando sensibile a queste iniziative. Felici e molto attenti anche a chi ci sostiene e crede in ciò che facciamo, con grande senso di partecipazione e fiducia nei nostri confronti. Ancora una volta grazie per il grande sostegno datoci».

Michele Carilli, autore e vicepresidente dell’associazione “CarMa”, aggiunge: «Abbiamo sposato, con grande entusiasmo, già dalla prima edizione, il progetto ideato dagli amici dell’associazione “I Baroncini” di Rizziconi. Il fatto che la prima edizione abbia visto un grande riscontro da parte del pubblico, ci rassicura sul successo che, anche quest’anno, avrà la manifestazione. Ciò permetterà di dare concretezza al progetto. Siamo contenti che il nostro nuovo lavoro teatrale, anche in questa seconda edizione, sarà il filo rosso che darà modo, alle persone, di arrivare ad effettuare la donazione».

Aspettando il 22 ottobre, la raccolta fondi cresce anche sul web, sui social ed attraverso l’Iban dell’associazione stessa, nonché dalle pagine Facebook e Instagram dei “I Baroncini”, da cui è possibile contattare gli organizzatori per donazioni volontarie, regolarmente registrate.

L’intero incasso sarà devoluto al fondo necessario all’acquisto di poltrone chemioterapeutiche ed attrezzature per i reparti di DH Oncologici.

Ultimi Articoli

Controlli anti “furbetti” del contatore: 9 denunce nella Piana di Gioia Tauro

Oltre ai privati, denunciato anche un imprenditore agricolo di San Giorgio Morgeto

Carcere di Palmi, al via un percorso di sostegno alla genitorialità per i detenuti

L'iniziativa è organizzata dalla Camera Minorile "Malala" di Palmi

Ossama Benkhalqui: da Gioia Tauro a X Factor, il viaggio di un giovane talento

Ex giocatore della squadra di calcio della città, oggi sogna di diventare un cantante di successo. Intervista al 19enne marocchino che si ispira aò rapper napoletano Geolier

Rosarno, oggi l’inaugurazione di “Villa Santelli” sorta su un bene confiscato

L'immobile è appartenuto alla famiglia Cacciola; UniReggio l'ha trasformato in un polo di servizi per la comunità

Carcere di Palmi, al via un percorso di sostegno alla genitorialità per i detenuti

L'iniziativa è organizzata dalla Camera Minorile "Malala" di Palmi

Ossama Benkhalqui: da Gioia Tauro a X Factor, il viaggio di un giovane talento

Ex giocatore della squadra di calcio della città, oggi sogna di diventare un cantante di successo. Intervista al 19enne marocchino che si ispira aò rapper napoletano Geolier

Rosarno, oggi l’inaugurazione di “Villa Santelli” sorta su un bene confiscato

L'immobile è appartenuto alla famiglia Cacciola; UniReggio l'ha trasformato in un polo di servizi per la comunità