La Prometeus “si prende cura” del Morelli di Reggio Calabria

L’associazione di Palmi ha ristrutturato i locali del reparto di radioterapia dell’ospedale reggino

L’Associazione Prometeus di Palmi continua senza pausa la sua attività di volontariato che ormai non conosce confini. Dopo gli innumerevoli progetti di riqualificazione urbana realizzati e che dovranno essere attuati nella città di Palmi, l’azione si sposta nel campo sanitario a Reggio Calabria, precisamente nel grande ospedale Bianchi-Morelli-Melacrino, fuori, quindi, dai confini urbani.

La prima tappa si è concretizzata nel 2016 con la donazione degli arredi (sedie, poltroncine), un maxi pannello fotografici per arredare la sala di attesa ed il reparto e un tavolo direzionale completo di poltroncine. La seconda fase, nel 2017, ha visto l’associazione finanziare una borsa di studio, per un valore di 12 mila euro ad un tecnico di radiologia (TSRM), per l’implementazione della nuova tecnologia in campo radioterapico, sempre presso il reparto di Radioterapia oncologica di Reggio Calabria.

British Dolce aroma Ape maia Dolce aroma

Ieri si è conclusa la terza fase del progetto, con la donazione della reception all’entrata del bunker di radioterapia e l’istallazione di 5 pannelli decorativi di grandi dimensioni che raffigurano l’evoluzione ed il cambiamento architettonico e tecnologico del reparto negli ultimi due anni. Inoltre, è stato creato, con le vecchie macchine di radioterapia, un piccolo museo-espositivo all’entrata del reparto.

Con l’esposizione delle macchine usate negli anni sessanta e settanta, il paziente e gli ospiti potranno constatare il progresso della tecnologia computerizzata nel settore, che ha portato il reparto ad essere un punto di riferimento della Calabria. Tutto questo, rimarrà indelebile nelle menti dei volontari che hanno partecipato e li emoziona particolarmente, ricordando quanto bella, perché spontanea, sia la generosità dei cittadini al servizio del prossimo.

Dall’altra, tutto ciò contribuisce al processo di umanizzazione dei nostri ospedali, tanto più  significativo in quanto proviene da chi ha conosciuto la realtà ed è felice di aver contribuito, in un momento in cui la sanità calabrese, ed in particolar modo quella reggina, soffre di tante ristrettezze a discapito dei cittadini.

Un esempio fondamentale al Sud, contro la logica del vittimismo e della rassegnazione, ed emblema di impegno sociale, di senso civico e di una nuova di forma di una collaborazione, disinteressata e appassionata, con il servizio pubblico per il bene della collettività e delle nostre genti.

The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab