HomeAltre NotizieIn carcere Raffaele Gallo. Deve scontare quattro anni

In carcere Raffaele Gallo. Deve scontare quattro anni

Pubblicato il

ROSARNO – I carabinieri della tenenza di Rosarno hanno arrestato ieri il 43enne Raffaele Gallo. L’uomo, già noto alle forze di polizia, deve scontare la pena di quattro anni di reclusione. L’ordine di carcerazione è stato emesso dalla Procura della Repubblica, diretta dal procuratore Ottavio Sferlazza, perchè Gallo è ritenuto il responsabile di svariati reati contro la persona, commessi a Rosarno nel novembre del 2009. L’uomo è stato portato nel carcere di Palmi.

Nella giornata di ieri i carabinieri hanno arrestato anche il 34enne di Oppido, Andrea Bruzzese.

Bruzzese si trova adesso ai domiciliari perchè deve scontare un anno e 4 mesi di pena residua per ricettazione. I fatti contestati dalla Procura della Repubblica di Palmi, a Bruzzese, risalgono al novembre del 2007.

Ultimi Articoli

Non solo Capitale del Libro: a Taurianova si lavora all’Infiorata 2024

Dal 20 al 23 giugno si svolgerà la sesta edizione della manifestazione che negli anni richiama sempre più visitatori. Il tema dell'anno è il fumetto

Intimidazione a Monsignor Nostro, la solidarietà del Gruppo Goel

«Certi dell'intervento fattivo delle forze dell'ordine»

La Polizia locale di Palmi in campo per il contrasto al gioco d’azzardo: sanzioni per 30mila euro

Dai controlli sono emerse diverse violazioni da parte dei gestori delle sale e dei distributori dei giochi

Il Rotary Club di Polistena promuove il convegno “Ambiente e cute”

Si è svolto a Polistena, nel Salone delle feste, un importante convegno su “Ambiente e...

Intimidazione a Monsignor Nostro, la solidarietà del Gruppo Goel

«Certi dell'intervento fattivo delle forze dell'ordine»

La Polizia locale di Palmi in campo per il contrasto al gioco d’azzardo: sanzioni per 30mila euro

Dai controlli sono emerse diverse violazioni da parte dei gestori delle sale e dei distributori dei giochi

Intimidazione a Monsignor Attilio Nostro, bossolo di pistola in curia

Episodio denunciato dal presule segue gesti analoghi a parroci