HomeAltre NotizieIl ministro Riccardi al Campo d'accoglienza di Rosarno

Il ministro Riccardi al Campo d’accoglienza di Rosarno

Pubblicato il

Rosarno, Riccardi, Tripodi al Campo d'Accoglienza

ROSARNO – Nella tarda mattinata di oggi Andrea Riccardi, ministro per la Cooperazione Internazionale e l’integrazione, è arrivato a Rosarno per vedere e capire di presenza la situazione in cui versano gli immigrati della Piana di Gioia Tauro. Appena giunto in Calabria, Riccardi ha scelto come prima tappa il Campo d’Accoglienza di contrada “Testa dell’Acqua”, rinviando a pomeriggio la riunione in prefettura prevista al suo arrivo.

Ad attenderlo nella cittadina medmea, oltre al primo cittadino Elisabetta Tripodi (che la scorsa settimana lo aveva invitato a fare un giro nella cittadina “simbolo della multiculturalità calabrese”) ed alla sua giunta, vi erano Gaetano Rao, assessore provinciale all’immigrazione, Giovanni Arruzzolo, consigliere provinciale di maggioranza, il vescovo della Diocesi di Oppido/Palmi, mons. Luciano Bux accompagnato dal suo vicario Don Pino Demasi, il prefetto Luigi Varatta, tutti i rappresentanti delle associazioni attive sul territorio rosarnese ed il sindaco di San Ferdinando, Domenico Modafferi. Grande assente la regione Calabria.

Riccardi e Varatta nella 2° Zona Industriale

Dopo i saluti di rito, il ministro ha voluto visionare di persona l’interno del campo, i cui posti, a breve, aumenteranno di 100 unità grazie all’arrivo di 10 containers aggiuntivi promessi da Franco Torchia, sottosegretario alla Protezione Civile. A fare da Cicerone ci ha pensato Michelangelo Rosarno, rappresentante dell’associazione “Il mio amico Jonathan”, che da 2 anni si occupa della gestione del presidio, spiegando minuziosamente a Riccardi le dinamiche giornaliere della vita svolta all’interno del presidio.

Presa visione della struttura rosarnese, che al momento ospita circa 120 ragazzi d’origine africana, il fondatore della comunità di Sant’Egidio, accompagnato dal Prefetto Varratta ha visitato l’area della seconda zona industriale nella quale, a giorni, sarà allestita una tendopoli che ospiterà circa 300 ragazzi, e che sarà capace, grazie ad una cucina da campo, di fornire 500 pasti quotidiani per i lavoratori.

Al termine del giro, il ministro si è diretto verso palazzo “S. Giovanni” a Rosarno, dove ad attenderlo, oltre a tutta l’amministrazione rosarnese, vi erano i parroci cittadini, mamma Africa ed un gran numero di ragazzi provenienti dal continente africano.

Francesco Comandè

Ultimi Articoli

Nominato il comitato scientifico per la Varia di Palmi, Mattiani (Lega): «La Varia è prima di tutto un patrimonio regionale, doveroso tutelarla»

Predisposta una sezione sul sito del Consiglio Regionale e della Regione Calabria dedicata alla Varia

Con Baglioni e Caccamo la parola prende forma al Festival nazionale del Diritto e della Letteratura

Lezioni di diritto rigorosamente dispensate ai non addetti ai lavori mettendo al centro letteratura...

A San Ferdinando nasce il museo diffuso MAD: un legame vivo con la memoria e la cultura della città

L'obiettivo è valorizzare e promuovere il patrimonio storico, artistico e culturale della città.

Anche la Metrocity al Festival nazionale di diritto e letteratura di Palmi con Baglioni, Caccamo e Salvati

Il sindaco Falcomatà: «L'arte abbatte le barriere e riscatta la storia del nostro territorio»

141 milioni per il definitivo dell’ospedale della Piana. Mattiani: «Grazie a Occhiuto per il lavoro incessante»

Un decreto del commissario ad acta stanza un'importante somma da destinare all'opera attesa da più di un decennio

Gli alunni dell’IC San Francesco di Palmi nominati ANAS Ambassador

La scuola ha aderito a un progetto di educazione stradale accreditato al Ministero

Ranuccio: «Sul tema dell’ospedale sono schierato accanto al presidente Occhiuto»

Il sindaco di Palmi commenta lo stanziamento di fondi per il progetto definitivo della struttura sanitaria attuato tramite decreto del commissario ad acta