HomeCronacaI sindaci reggini uniti per chiedere al Governo una sanità vera

I sindaci reggini uniti per chiedere al Governo una sanità vera

Pubblicato il

Ci volevano uno scandalo scoperchiato dal giornalista di “Titolo V” Walter Molino ed una pandemia perché i sindaci della Calabria si scoprissero uniti nel rivendicare il diritto alla salute dei calabresi.

Questo pomeriggio, muniti fascia tricolore, i primi cittadini si sono radunati davanti alla Prefettura a Reggio Calabria per chiedere il superamento del commissariamento della sanità calabrese, misura primaria per poter procedere ad attuare le misure necessarie per uscire dalla “zona rossa”.

Proprio nelle ore in cui si svolgeva la manifestazione, però, il Tar rigettava l’impugnazione dell’ordinanza di istituzione della “zona rossa” in Calabria, presentata dal presidente facente funzioni, Nino Spirlì.

I sindaci, però, hanno deciso di andare dritti e seguire la strada di una richiesta ufficiale, stilando e sottoscrivendo un documento ufficiale indirizzato al Presidente del Consiglio dei Ministri ed al Ministro della Salute.

«È ormai palese in che misura 10 anni di commissariamento della Sanità calabrese siano stati ingiusti, inutili e persino dannosi – si legge nel documento – Occorre assolutamente interrompere tale pratica di prepotenza istituzionale, restituendo responsabilità e competenza ai naturali destinatari regionali, affinché si assumano le effettive responsabilità di risanare, programmare, ben gestire il Sistema Sanitario che è primario momento di rapporto tra i cittadini e lo Stato di cui i calabresi vogliono continuare a sentirsi parte integrante ed effettiva».

I sindaci uniti chiedono al Presidente Conte ed al Ministro Speranza di assumere come priorità assoluta dello Stato l’esigenza di affrontare una volta per tutte la problematica della Sanità, stabilendo in termini immediati il ritorno ad un normale funzionamento secondo l’ordinamento vigente ed assumendo urgenti provvedimenti finalizzati alla definizione del Piano Ospedaliero anti Covid ed alla sua realizzazione.

Piano che deve prevedere, per prima cosa, l’aumento dei posti nelle terapie intensive e sub-intensive, seguito dal potenziamento del personale e delle strutture ospedaliere.

«Chiediamo tempestivi e fattivi riscontri con l’adozione di tutti i provvedimenti che la situazione d’allarme impone, ossia l’immediata rimozione del commissario e del sub-commissario ad acta – prosegue il documento firmato dai sindaci – l’immediata rimozione dei commissari delle ASP, la nomina dei nuovi commissari regionali e provinciali, concertata e condivisa con le Autorità regionali, e la convocazione di una riunione del Consiglio dei Ministri in Calabria per decretare le nuove nomine e collegando i tempi della chiusura dei commissariamenti alla cessazione dello stato di emergenza per la diffusione della Covid-19».

I sindaci sono stati ricevuti dal Prefetto in delegazione, a cui hanno chiesto di farsi portavoce con il Governo per aiuti economici ai commercianti ed ai lavoratori.

Ultimi Articoli

Controlli anti “furbetti” del contatore: 9 denunce nella Piana di Gioia Tauro

Oltre ai privati, denunciato anche un imprenditore agricolo di San Giorgio Morgeto

Carcere di Palmi, al via un percorso di sostegno alla genitorialità per i detenuti

L'iniziativa è organizzata dalla Camera Minorile "Malala" di Palmi

Ossama Benkhalqui: da Gioia Tauro a X Factor, il viaggio di un giovane talento

Ex giocatore della squadra di calcio della città, oggi sogna di diventare un cantante di successo. Intervista al 19enne marocchino che si ispira aò rapper napoletano Geolier

Rosarno, oggi l’inaugurazione di “Villa Santelli” sorta su un bene confiscato

L'immobile è appartenuto alla famiglia Cacciola; UniReggio l'ha trasformato in un polo di servizi per la comunità

Simona Scarcella lancia la sua campagna elettorale promettendo una rinascita

Si iniziano a infuocare i palchi per le Elezioni Amministrative 2024 a Gioia Tauro,...

Aldo Alessio risponde a Simona Scarcella dopo il comizio di apertura

Riceviamo e Pubblichiamo: Francamente non sapevo di essere diventato il quinto candidato a sindaco di...

Il “FARO” si accende sugli impegni di SORICAL a Palmi

Costruttivo incontro con la SORICAL per illustrare le novità per il prossimo futuro.