HomePoliticaGiovedì torna a Reggio il ministro Salvini per un focus sul ponte...

Giovedì torna a Reggio il ministro Salvini per un focus sul ponte sullo Stretto

Pubblicato il

Giovedì 30 maggio, come già accaduto spesso negli ultimi anni, tornerà a Reggio Calabria il ministro delle infrastrutture Matteo Salvini.

La sua presenza in riva allo Stretto è sempre molto gradita, ma in questi giorni assumerà anche un valore simbolico: nessuno può nascondere, infatti, che lui sia il più convinto sponsor istituzionale del ponte sullo Stretto, un’opera di cui si parla da oltre un secolo, e che a breve avremo l’onore di vedere partire.

Un’opera che metterebbe la nostra terra al centro dell’attenzione mediatica globale, che cambierebbe la mobilità di due intere regioni, che creerebbe uno shock economico positivo per tutto il meridione e che attrarrebbe nuovi capitali, anche stranieri sulla nostra terra, con una ricaduta impressionante sull’economia e sui posti di lavoro.

Il ponte è un’opera che può rappresentare il primo e più importante passo verso quel progetto di abbattimento del divario tra nord e sud del Paese, anch’esso sempre vagheggiato ma, ahimè, mai realizzato.

E allora chi ha interesse a remare contro questo progetto? Chi non lo vuole? Semplice: chi non vuole che il sud decolli, chi ha interesse nel tenere il meridione inchiodato al suo passato; insomma, come diceva Tomasi di Lampedusa, chi ha interesse che tutto cambi purché non cambi nulla.

Ma con il ponte non sarebbe così. Il cambiamento sarebbe reale.

I delatori del ponte dicono che è un’opera ardita, qualcuno addirittura che è un’opera irrealizzabile, ma anche a Filippo Brunelleschi veniva contestata la stessa cosa: anche allora in molti sostenevano che la Cupola di Firenze fosse irrealizzabile con i materiali e le conoscenze del tempo. Eppure la cupola fu fatta ed ancora oggi è lì, a dimostrarci che si può fare. A dimostrare che gli italiani sono un popolo straordinario che sa anche andare oltre i limiti del possibile! E tutto il mondo viene ad ammirare lo spettacolo della Cupola di Firenze.

Ebbene, se ci impegniamo, un giorno verranno anche qui in riva allo Stretto ad ammirare le nostre capacità, guardandoci con occhi nuovi e con nuova e rinnovata stima. Non lasciamoci irretire dai disfattisti e dagli scettici di professione. 

Oggi tocca a noi realizzare qualcosa di straordinario: il ponte sullo Stretto. Anzi, il Ponte sul futuro. Un’opera realizzabile e soprattutto un grande investimento per il nostro Paese. Un’opera in virtù della quale la città di Reggio Calabria, grazie anche alle grandi potenzialità del Porto di Gioia Tauro, riuscirebbe finalmente a conquistare quel ruolo da regina del Mediterraneo che le è sempre spettato di diritto e che per troppo tempo le è stato negato da chi non la ama, o peggio ancora la teme.

Un’occasione quindi da non perdere per costruire un Paese più giusto, più unito, più pronto ad affrontare le sfide del domani da leader e non da gregario.

Purtroppo le resistenze a tutto questo non mancano, ma se saremo determinati, e con l’aiuto di un valente Ministro venuto dal nord, certamente ce la faremo.

    Giuseppe Gelardi

Capogruppo Lega Salvini Calabria

Ultimi Articoli

A Palmi il ricordo di Satnam Singh

La triste storia del bracciante morto a Latina per colpa del comportamento disumano del datore di lavoro ha suscitato indignazione e rabbia

«Signora, sua figlia ha causato un incidente, paghi 3mila euro». Anziana derubata a Rizziconi da un finto carabiniere

Deferita anche una donna campana; la vittima incastrata anche da un falso avvocato

Pallacanestro Palmi vince il Torneo Primavera Under 15M Fip

Un finale di stagione ricco di soddisfazioni per la Pallacanestro Palmi ASD, che dopo tanti anni torna alla vittoria in un torneo giovanile Fip.

Antonio Orso nella storia di Gioia Tauro

Il ricordo di Amalia Frascà, socia Adic

Palmi, debito rifiuti Arrical: il movimento Faro incontra i vertici dell’Autorità di gestione

La somma debitoria di 754mila euro non sarebbe stata ancora contestata dal Comune e e i ruoli sarebbero stati già trasmessi all'ente di riscossione

L’Autonomia differenziata è legge. Conia: “L’Italia il Paese delle disuguaglianze”

«L’Italia una e indivisibile nata dalla Resistenza si avvia a diventare il Paese delle...

Crisi idrica, Ranuccio: «Presto ordinanza con sanzioni per abusivi e trasgressori»

Palmi, il sindaco determinato a combattere ogni forma di irregolarità per arginare il problema della mancanza di acqua in città