HomePoliticaFondi legge 145/2018, Tripodi a Occhiuto: «L'Ente comunale non ha alcun debito...

Fondi legge 145/2018, Tripodi a Occhiuto: «L’Ente comunale non ha alcun debito con la Regione»

Pubblicato il

Il Sindaco di Polistena, nel replicare al gruppo di opposizione che nei giorni scorsi chiedeva, ha scritto al Dipartimento LLPP infrastrutture e trasporto della Regione Calabria e per conoscenza al Presidente Roberto Occhiuto, per contestare la graduatoria di cui al decreto n. 15588 del 30/10/2023 che assegna ai comuni contributi fino a 100.000 euro anche per la messa in sicurezza di strade sul proprio territorio, di cui alla legge 145/2018. Il Comune di Polistena pur figurando in precedente decreto regionale n.15361 del 25/10/2023 tra gli ammessi con riserva, veniva poi completamente derubricato poiché ritenuto moroso per pregressi dovuti per lo smaltimento rifiuti e/o fornitura idrica.

Nella formale contestazione il Sindaco invece chiarisce che il Comune di Polistena è a posto con i pagamenti correnti e non ha debiti pregressi con la Regione Calabria per le forniture idriche e per lo smaltimento rifiuti. Il solo Piano di rientro in corso è relativo al 2019 di durata quadriennale in corso che tuttavia non può essere considerato, in sede civilistica e/o amministrativa, quale inadempienza. Si tratta infatti di una dilazione programmata, concordata e sottoscritta con l’accordo della Regione delle parti come fatto per passate annualità, tutte pienamente rispettate nei tempi.

Vi è solo una contestazione giudiziale in corso relativa alla somma di Euro 217.822,47 inerente un credito rivendicato dalla Regione ma non riconosciuto dal Comune in ordine al pagamento della tariffa rifiuti anno 2014.

In costanza di contenzioso lo stesso non può rappresentare (perché opposto dal Comune) un titolo esecutivo per considerare il Comune di Polistena “moroso” e/o inadempiente con la Regione Calabria.

La Regione Calabria viceversa deve al comune di Polistena una somma di € 556.249,04 dovute a titolo di contributo per il pagamento delle ore di lavoro di lavoratori ex LSU-LPU stabilizzati, che è già stata anticipata dalla cassa comunale per l’assolvimento delle progressive spettanze stipendiali. Tale cifra supera oltretutto l’importo della somma in contestazione tra Comune e Regione Calabria che dunque risulta debitrice del Comune di Polistena, non il contrario.

La nota del Sindaco si conclude con la richiesta di riconsiderare la posizione del Comune di Polistena, includendolo tra gli enti beneficiari dei finanziamenti richiesti, nello specifico per la realizzazione opere di urbanizzazione e asfalto che riguardano via Ilaria Alpi e via Francesco Morani.

Ultimi Articoli

A Palmi il ricordo di Satnam Singh

La triste storia del bracciante morto a Latina per colpa del comportamento disumano del datore di lavoro ha suscitato indignazione e rabbia

«Signora, sua figlia ha causato un incidente, paghi 3mila euro». Anziana derubata a Rizziconi da un finto carabiniere

Deferita anche una donna campana; la vittima incastrata anche da un falso avvocato

Pallacanestro Palmi vince il Torneo Primavera Under 15M Fip

Un finale di stagione ricco di soddisfazioni per la Pallacanestro Palmi ASD, che dopo tanti anni torna alla vittoria in un torneo giovanile Fip.

Antonio Orso nella storia di Gioia Tauro

Il ricordo di Amalia Frascà, socia Adic

Palmi, debito rifiuti Arrical: il movimento Faro incontra i vertici dell’Autorità di gestione

La somma debitoria di 754mila euro non sarebbe stata ancora contestata dal Comune e e i ruoli sarebbero stati già trasmessi all'ente di riscossione

L’Autonomia differenziata è legge. Conia: “L’Italia il Paese delle disuguaglianze”

«L’Italia una e indivisibile nata dalla Resistenza si avvia a diventare il Paese delle...

Crisi idrica, Ranuccio: «Presto ordinanza con sanzioni per abusivi e trasgressori»

Palmi, il sindaco determinato a combattere ogni forma di irregolarità per arginare il problema della mancanza di acqua in città