“Eyphemos”, tre arresti per detenzione di armi

Trovata un’ingente quantità di denaro, nella disponibilità di alcuni degli indagati

0
1162

L’operazione della Polizia “Eyphemos” ha portato anche a tre arresti in flagranza di reato di detenzione di armi clandestine.

Tre dei soggetti arrestati sono infatti stati trovati in possesso di armi e relativo munizionamento illegalmente detenuti.

In particolare, a Palmi, è stato arrestato Laurendi Domenico, poiché risultato detentore di una pistola calibro 6,35, priva di matricola e munita di caricatore e cartucce, di un coltello basculante, di un pugnale e di un machete.

A Sant’Eufemia d’Aspromonte, invece, gli investigatori della Polizia di Stato hanno arrestato Diego e Domenico Forgione poiché durante la perquisizione domiciliare, sono stati trovati una pistola Beretta modello 70, calibro 7,65, con matricola cancellata mediante l’asportazione di una parte del castello dell’arma, 28 cartucce dello stesso calibro, di cui tre inserite nel caricatore, ed altri due caricatori.

Peraltro nel corso della vasta operazione di polizia, è stato sequestrata un’ingente somma di denaro contante.

Infine nella disponibilità di alcuni arrestati sono stati trovati armi e munizioni, per i quali si è proceduto in via amministrativa al sequestro: 13 fucili, 3 pistole ed il relativo variomunizionamento, sono stati ritirati dagli Agenti operanti.