HomeCronacaDisordini e paura dopo Palmese - Sambiase, i residenti del centro: «Chiediamo...

Disordini e paura dopo Palmese – Sambiase, i residenti del centro: «Chiediamo più tutele e rispetto»

Pubblicato il

Domenica 24 settembre si è giocata la partita di calcio tra Palmese e Sambiase: un match che è da sempre molto più di una gara tra di squadre della stessa categoria, per via della rivalità tra le due tifoserie.

Che il clima sarebbe stato caldo lo si sapeva già, dunque, e per questo motivo lo spiegamento di forze dell’ordine è stato intenso, con pattuglie a presidiare la zona attorno al campo Lopresti già dalla tarda mattinata.

Tutto sembrava essere andato bene dentro al campo, con lo spettacolo regalato al pubblico dalle due tifoserie, ma a fine gara il gesto poco qualificante di alcuni tifosi neroverdi ha reso amaro quel pari guadagnato sul campo.

Con sassi e melagrane in mano, un piccolo gruppo di tifosi della Palmese ha colpito le auto della tifoseria avversaria, parcheggiate nella zona adiacente il parco Parpagliolo, danneggiandole e macchiandole.

Si è reso urgente l’intervento di altre pattuglie della Polizia, giunte in poco tempo per placare gli animi.

La società della Palmese rischia adesso una sanzione e la squalifica del campo; il presidente della società, Francesco Managò, ha da subito preso le distanze da quanto accaduto.

«Condanniamo il gesto e ci dissociamo – ha detto – Episodi del genere ledono l’immagine della società, della squadra e della parte sana di tifoseria che, sappiamo tutti, è la maggioranza. Ringraziamo le forze dell’ordine intervenute tempestivamente».

L’episodio di ieri non è purtroppo un caso isolato e rappresenta una delle criticità che da qualche tempo i residenti nella zona limitrofa al campo sportivo sollevano.

«Chiediamo che vi sia rispetto nei confronti di chi vive in centro, a due passi dal campo sportivo, perché le domeniche in cui la Palmese gioca in casa sono diventate un fardello per noi residenti – lamenta Antonio Lovecchio facendosi portavoce di una sorta di comitato spontaneo – Capiamo le esigenze di vigilare durante gli incontri sportivi, spesso a rischio per rivalità tra tifoserie, ma questo non può diventare motivo di disagio per noi che abitiamo qui: paghiamo regolarmente il parcheggio sulle strisce blu e se la domenica mattina usciamo e rientriamo a casa prima di pranzo, non riusciamo a parcheggiare. Tra l’altro c’è il rischio che se i nostri figli volessero andare a giocare al parco, e dovesse scoppiare una rissa o altro, potrebbero rimanere in qualche misura coinvolti».

La questione dell’ordine pubblico in centro durante le partite di calcio non è nuova; se ne parla da anni e negli ultimi tempi ci si è molte volte posti la domanda se è più possibile conciliare la presenza in pieno centro cittadino di un impianto sportivo che ospita incontri di calcio, spesso molto seguiti, con le mutate esigenze del centro stesso.

Palmi, come tantissimi altri comuni italiani, nel corso degli anni è mutata, le sue esigenze sono cambiate perché è cambiata la modalità di fruizione dei suoi luoghi.

Ultimi Articoli

Villa, anziani vittime di truffa: denunciata una coppia di partenopei

I carabinieri sono riusciti a individuare e bloccare i due malviventi

“Libera fortezza”, il Tribunale di Palmi emette la sentenza

Tra gli assolti anche Franco Cutano difeso dagli avvocati Rosanna Certo del Foro di Palmi e Luca Cianferoni del Foro di Roma, con la collaborazione dell’avvocato Annamaria Calderazzo del Foro di Palmi

Reggio, denunciato un uomo per lesioni e rapina: ha sottratto un cane aggredendo il proprietario

Il 32enne è stato sottoposto a obbligo di firma. La vittima è in cura con una prognosi di 10 giorni

G7, Nesci: «Spostata l’attenzione dei Grandi del pianeta sul Mezzogiorno»

L'eurodeputato FdI-Ecr: «Il consenso unanime sul Piano Mattei avrà ricadute dirette sull’Europa, sul nostro Paese e soprattutto sul Mezzogiorno»

Villa, anziani vittime di truffa: denunciata una coppia di partenopei

I carabinieri sono riusciti a individuare e bloccare i due malviventi

“Libera fortezza”, il Tribunale di Palmi emette la sentenza

Tra gli assolti anche Franco Cutano difeso dagli avvocati Rosanna Certo del Foro di Palmi e Luca Cianferoni del Foro di Roma, con la collaborazione dell’avvocato Annamaria Calderazzo del Foro di Palmi

Reggio, denunciato un uomo per lesioni e rapina: ha sottratto un cane aggredendo il proprietario

Il 32enne è stato sottoposto a obbligo di firma. La vittima è in cura con una prognosi di 10 giorni