HomePoliticaContrasto all'usura, accordo tra il Comune di S. Ferdinando e Confcommercio

Contrasto all’usura, accordo tra il Comune di S. Ferdinando e Confcommercio

Pubblicato il

Siglato un importante accordo tra il Comune di San Ferdinando ed Assicomfidi –
Consorzio di Garanzia Fidi – espressione della Confcommercio della Provincia di Reggio
Calabria. L’investimento mira a dotare le imprese con sede legale o operativa nel
Comune di un importante strumento per l’accesso al credito attraverso un utilizzo
virtuoso dei fondi di garanzia.

Obiettivo aiutare l’imprenditore nell’accesso al credito, nella finanza agevolata, nel
riequilibrio finanziario, nell’educazione finanziaria.

Il sindaco Luca Gaetano, unitamente al delegato alle attività produttive Domenico
Rizzo e al Consiglio Comunale, evidenzia i punti di forza dell’iniziativa tesa a sostenere le
imprese in questa difficile fase economica per un accesso al credito equo e solidale, con
particolare attenzione alle macroaree agricoltura e turismo, senza escludere tutte le
partite iva.

L’accordo consentirà, grazie all’intervento del Comune di San Ferdinando, il
raggiungimento di una serie di risultati: abbattimento del costo del denaro e
rimodulazione finanziamenti al fine di garantire una rata più sostenibile per l’impresa,
accesso gratuito al fondo di garanzia grazie all’intervento del Comune, consulenze
gratuite sul credito e sullo start-up di impresa individuando gli strumenti più adatti per
la finanza aziendale (microcredito, fondo perduto per artigiani, finanza garantita),
finanziamenti per la prevenzione del fenomeno del racket e dell’usura, consulenze
aziendali per il miglioramento del rating bancario e redazione business plan gratuito.
Oggi le imprese hanno bisogno di essere affiancate nelle complesse fasi di accesso al
credito e di riequilibrio finanziario in un periodo in cui il costo del denaro è aumentato
esponenzialmente, le banche danno sempre meno credito o a condizioni troppo
onerose con tassi di interesse elevati e rate difficili da sostenere.

L’imprenditore potrà richiedere il finanziamento bancario garantito ed il contributo
rivolgendosi ad Assicomfidi direttamente, presso le sedi Confcommercio o attraverso i
canali che il comune andrà a costituire. L’attività di intermediazione comprenderà
anche la redazione a titolo gratuito del business plan normalmente richiesto dalla
banca. Non si esclude la possibilità di agganciare le operazioni di finanza garantita con
strumenti a fondo perduto.

Il progetto mira anche a realizzare percorsi di educazione finanziaria con la
collaborazione dei consulenti e delle stesse banche per favorire un salto di qualità
dell’imprenditore migliorando la sua capacità di stare sul mercato.
Tra i fondi di garanzia messi a disposizione da Assicomfidi, inoltre, i fondi per la
prevenzione del racket e dell’usura a conferma dell’attenzione del comune rispetto alle
problematiche che colpiscono il territorio.

Il Presidente del confidi Lorenzo Labate, ringrazia a nome di Assicomfidi e della
Confcommercio il Comune di San Ferdinando e in particolar modo il delegato alle
attività produttive Domenico Rizzo e il sindaco Gianluca Gaetano per avere dimostrato
una visione di sviluppo del territorio tesa ad affrontare le attuali problematiche
dell’imprenditore in un’ottica di crescita di sistema in rete attraverso un accesso al
credito assistito.

Il Direttore di Assicomfidi Giuseppe Calabrò, rinnovando l’apertura del confidi
Confcommercio verso tutti gli enti, nel ringraziare il Comune, evidenzia la necessità che
tutti gli attori locali dimostrino e portino avanti una visione di sviluppo del territorio che
non può prescindere dall’affrontare la problematica dell’accesso al credito, attraverso il
virtuoso utilizzo degli strumenti già esistenti e nuove proposte operative mettendosi a
disposizione delle imprese, dei consulenti, degli enti e dell’intero territorio.

Il contributo sarà parametrato su operazioni di finanziamento fino a 50.000 euro ma
l’intervento dei fondi di garanzia renderà possibili operazioni di finanza agevolata anche
di importo superiore fino a 200.000 euro.

Il sindaco di San Ferdinando, unitamente al delegato Rizzo, dichiara che “Questa
amministrazione ha intenzione di affiancare e sostenere le imprese nel loro percorso
evolutivo, consapevoli che senza crescita economica ogni ipotesi di sviluppo diventa
velleitaria. Questa convenzione, oltre a costituire un argine verso il preoccupante
fenomeno dell’usura, potrà dare un concreto supporto alle startup e alle aziende
esistenti per ottenere credito agevolato e consulenze qualificate nel segno della
sostenibilità.”

Ultimi Articoli

Estorsioni e intimidazioni per avere il controllo su Gallico: 18 misure cautelari

L'operazione coinvolge 40 persone ed è scaturita dall'omicidio di Francesco Catalano, avvenuto il 14 febbraio del 2019

Associazione mafiosa, omicidio, estorsione: 17 persone arrestate

Reggio, l’operazione “Gallicò” è stats eseguita da carabinieri e polizia

Venuti dal mare: torna lo spettacolo di SpazioTeatro che parla dell’arrivo dei Bronzi al Museo di Reggio Calabria

Un viaggio tra musica e parole in programma per la stagione teatrale “La casa dei racconti”

La vita tra verità e apparenza: a Palmi il pienone per “Così è se vi pare” con Milena Vukotic

Diverte e intriga il pubblico l'opera pirandelliana con la regia di Geppy Gleijeses, fiore all'occhiello della rassegna Synergia 48 promossa dall'associazione Amici della Musica

Versace: «Lavori sulla Delianuova-Scido-Gioia Tauro abbandonati arbitrariamente dall’impresa con cui c’è un contenzioso»

Il Vicesindaco della Città metropolitana precisa e risponde alle osservazioni sollevate a mezzo stampa dal sindaco di Scido e Consigliere metropolitano di Forza Italia Giuseppe Zampogna

Varia, il caso entra in consiglio comunale: l’opposizione presenta una interpellanza al sindaco

Palmi, I consiglieri di minoranza firman in documento Che sarà discusso nella prossima assise

Nuovo ospedale della Piana, l’assessore Riotto: «La Regione farà di tutto per trovare le somme mancanti»

L'amministratore palmese spiega anche che il procedimento "pid", che spetta al comune, è in fase di elaborazione