HomeCronacaConfiscati ai Pesce beni per 21 milioni di euro

Confiscati ai Pesce beni per 21 milioni di euro

Pubblicato il

ROSARNO – Il comando della Guardia di Finanza di Reggio Calabria ha sequestrato e contestualmente confiscato un patrimonio di circa 21 milioni di euro riconducibile alla cosca Pesce di Rosarno.

Sono state confiscate quattro società operanti nel settore agricolo e dei trasporti, 25 mila metri quadri di terreni coltivati ad agrumeto e frutteto, 13 fabbricati tra cui tre ville di pregio, (una a Baden nei Wien, a sud di Vienna in Austria) e numerosi rapporti finanziari, bancari postali e assicurativi.

I decreti di confisca sono stati emessi dalla Direzione distrettuale antimafia.

Le indagini, eseguite dal Gico del Nucleo di Polizia Tributaria di Reggio, hanno fatto emergere la sproporzione esistente tra i modesti redditi dichiarati e gli ingenti investimenti delle persone indagate.

L’operazione, frutto della collaborazione tra la magistratura italiana e quella austriaca, è una delle prime, in cui viene richiesta una misura di prevenzione patrimoniale prevista dalla legislazione italiana, a un’autorità giudiziaria estera.

Ultimi Articoli

Riscossione tributi a Taurianova, il Consiglio approva la svolta: servizio sperimentale per un anno a nuovo agente

l sindaco Biasi: «Equità, trasparenza, collaborazione dei cittadini per migliorare le attività»

S.Cristina: 12 ragazzi lanciano una raccolta fondi online per organizzare le manifestazioni estive

Il gruppo di giovani già lo scorso anno ha promosso eventi durante le serate di luglio e agosto

San Giorgio Morgeto, i Carabinieri forestali salvano cinque cuccioli di cane

I piccoli sono stati subito presi in cura dai militari ed affidati alle cure del canile di Oppido Mamertina

Quarta stagione consecutiva in casa OmiFer Franco Tigano Palmi per capitan Gitto

Dopo la conferma del timoniere Andrea Radici, umbro di Città di Castello, la OmiFer...

San Giorgio Morgeto, i Carabinieri forestali salvano cinque cuccioli di cane

I piccoli sono stati subito presi in cura dai militari ed affidati alle cure del canile di Oppido Mamertina

Palmi: una Casa, tanta Cultura e… poca cura

Ieri pomeriggio, durante un convegno che si è tenuto nell'Auditorium dell'edificio intitolato a Leonida Repaci, una amara scoperta: una discarica in giardino e servizi igienici inavvicinabili