HomeAltre NotizieCinquefrondi: Organizzavano una rapina. Fermati dai Carabinieri.

Cinquefrondi: Organizzavano una rapina. Fermati dai Carabinieri.

Pubblicato il

CINQUEFRONDI – Avevano studiato tutto nei minimi dettagli: abbigliamento, piano di fuga e avevano perfino una pistola giocattolo con la quale avrebbero potuto intimorire il cassiere del supermercato nel momento della rapina. Ma il loro disegno criminoso è stato mandato in aria dai Carabinieri.

E’ successo a Cinquefrondi, ieri pomeriggio intorno alle 16,00.

Durante un servizio anti rapina all’interno degli esercizio commerciali, i Carabinieri hanno notato una Fiat Uno bianca fermarsi in viale Pertini, di fronte ad un noto supermarket, ed un ragazzo scendere velocemente, attraversare la strada e dirigersi all’interno dell’esercizio commerciale con aria sospetta.

Felpa con colletto alto, cappello sceso sotto gli occhi, insomma, l’abbigliamento ideale per non farsi riconoscere.

Nel frattempo l’autista della Uno bianca dalla quale è sceso il ragazzo camuffato, compie una rapida inversione di marcia, posizionandosi proprio accanto all’ingresso del supermercato, con il motore acceso.

E qui l’errore che ha permesso ai Militari dell’Arma di intuire il piano dei due balordi: il giovane sceso dall’auto, giunto sulla porta del supermarket, si volta per controllare che alle sue spalle non vi fosse nessuno; nota l’auto dei Carabinieri e torna di corsa a bordo della Uno, che immediatamente parte.

I Militari partono subito all’inseguimento, riuscendo a fermarli appena 400 metri più avanti. I due sono stati subito identificati in Salvatore Foriglio, colui che stava per compiere la rapina, pluri pregiudicato, figlio del boss Fortunato Foriglio, attualmente detenuto; ed in A.F, classe 1952, incensurato.

Nel corso della perquisizioni, i Militari hanno ritrovato nascosta sotto la felpa di Foriglio, una pistola giocattolo, priva di tappo rosso, poi sequestrata.

Salvatore Foriglio è stato condotto presso la casa circondariale di Palmi, mentre A.F. si trova agli arresti domiciliari.

Viviana Minasi

Ultimi Articoli

Controlli anti “furbetti” del contatore: 9 denunce nella Piana di Gioia Tauro

Oltre ai privati, denunciato anche un imprenditore agricolo di San Giorgio Morgeto

Carcere di Palmi, al via un percorso di sostegno alla genitorialità per i detenuti

L'iniziativa è organizzata dalla Camera Minorile "Malala" di Palmi

Ossama Benkhalqui: da Gioia Tauro a X Factor, il viaggio di un giovane talento

Ex giocatore della squadra di calcio della città, oggi sogna di diventare un cantante di successo. Intervista al 19enne marocchino che si ispira aò rapper napoletano Geolier

Rosarno, oggi l’inaugurazione di “Villa Santelli” sorta su un bene confiscato

L'immobile è appartenuto alla famiglia Cacciola; UniReggio l'ha trasformato in un polo di servizi per la comunità

Controlli anti “furbetti” del contatore: 9 denunce nella Piana di Gioia Tauro

Oltre ai privati, denunciato anche un imprenditore agricolo di San Giorgio Morgeto

Libertà e regole tra musica e diritto secondo Sabino Cassese

Il professore è intervenuto da remoto al Festival Nazionale che si è svolto a Palmi

Come regolare lo smartphone per salvaguardare gli occhi

Lo smartphone è il dispositivo elettronico più utilizzato in assoluto, il quale è posseduto...