HomeSocietàCari bambini, inviateci i vostri disegni #andratuttobene

Cari bambini, inviateci i vostri disegni #andratuttobene

Pubblicato il

Cari bambini,

questo brutto virus ci sta mettendo a dura prova, ci sta tenendo lontani da amici e compagni, non ci sta permettendo di giocare all’aria aperta, proprio oggi che inizia la Primavera.

E allora, se in casa bisogna rimanere, provate a scatenare tutta la fantasia che certo non vi manca.

Inviateci i vostri disegni utilizzando l’hashtag #andratuttobene, indicando il vostro nome e la città in cui vivete, e noi li pubblicheremo nel nostro sito.

Mail: [email protected]

NOI DI INQUIETO NOTIZIE RISPETTIAMO I MINORI E LA LORO PRIVACY. NON SARANNO PUBBLICATE FOTO IN CUI È VISIBILE IL VOLTO DEI BAMBINI.

Ultimi Articoli

Controlli anti “furbetti” del contatore: 9 denunce nella Piana di Gioia Tauro

Oltre ai privati, denunciato anche un imprenditore agricolo di San Giorgio Morgeto

Carcere di Palmi, al via un percorso di sostegno alla genitorialità per i detenuti

L'iniziativa è organizzata dalla Camera Minorile "Malala" di Palmi

Ossama Benkhalqui: da Gioia Tauro a X Factor, il viaggio di un giovane talento

Ex giocatore della squadra di calcio della città, oggi sogna di diventare un cantante di successo. Intervista al 19enne marocchino che si ispira aò rapper napoletano Geolier

Rosarno, oggi l’inaugurazione di “Villa Santelli” sorta su un bene confiscato

L'immobile è appartenuto alla famiglia Cacciola; UniReggio l'ha trasformato in un polo di servizi per la comunità

Carcere di Palmi, al via un percorso di sostegno alla genitorialità per i detenuti

L'iniziativa è organizzata dalla Camera Minorile "Malala" di Palmi

Ossama Benkhalqui: da Gioia Tauro a X Factor, il viaggio di un giovane talento

Ex giocatore della squadra di calcio della città, oggi sogna di diventare un cantante di successo. Intervista al 19enne marocchino che si ispira aò rapper napoletano Geolier

Rosarno, oggi l’inaugurazione di “Villa Santelli” sorta su un bene confiscato

L'immobile è appartenuto alla famiglia Cacciola; UniReggio l'ha trasformato in un polo di servizi per la comunità