HomePoliticaAmministrative Palmi, Ranuccio e Barone ospiti in tv a confronto tra passato...

Amministrative Palmi, Ranuccio e Barone ospiti in tv a confronto tra passato e futuro della città

Pubblicato il

Confronto a due, ieri sera, su L’altro Corriere tv, canale 75 del digitale terrestre, dove il sindaco uscente di Palmi, Giuseppe Ranuccio, e il suo sfidante, Giovanni Barone, sono stati ospiti di 20:20, il programma di approfondimento condotto da Danilo Monteleone e Ugo Floro

La sanità, il turismo, la cultura e opere pubbliche e le opportunità del Pnrr sono stati i principali argomenti sui quali Ranuccio e Barone si sono confrontati nel corso del dibattito.

«Il Pnnr è una grande risorsa ma bisogna saperla cogliere con gli strumenti che abbiamo – dice Ranuccio – Se da una parte sappiamo che arriveranno milioni di euro, dall’altra ci scontriamo con una burocrazia spesso lenta e complessa per essere supportata dalle risorse di cui le amministrazioni dispongono. Il Comune di Palmi, oggi, può far fronte a questo peso lavorativo con sole 60 persone; questo limite però non costituisce una scusa per non utilizzare al meglio le risorse a disposizione: abbiamo già candidato diversi progetti, dal palazzetto dello sport, alla pista ciclabile».

Ranuccio ha rimarcato che il Comune ha già intercettato 2 milioni di euro che andranno a riqualificare parte del parco dei Tauriani.

Replica Barone, secondo cui il tema delle risorse del Pnnr va impostato in maniera diversa: «Il Pnrr non deve essere visto come un’opportunità solo per la città, ma per il territorio per evitare che ci siano inutili repliche a distanza di pochi chilometri. Ritengo sia utile organizzare una sorta di consorzio di idee tra i Comuni della Piana». E aggiunge: «Nel corso il mio mandato da sindaco siamo riusciti a ottenere circa 25 milioni di euro di lavori; grazie a questo nuovo piano potremo intervenire su altri fronti.».

Turismo e cultura

Per Barone la città deve ripartire da turismo, sanità e uffici pubblici.

«Negli ultimi anni – dice l’ex sindaco – c’è stata una contrazione del numero degli studenti a Palmi, perché gli studenti preferiscono frequentarle in altri centri della Piana. C’è poi un altro aspetto sul quale bisogna puntare ed è la parte artistico-culturale della città: bisogna rilanciare tutta la zona del porto di Taureana, che non può essere solo per i pescatori».

Il tema della cultura, a Palmi, non può non passare dalla Casa della Cultura “Leonida Repaci”, spesso al centro di dibattiti sulla sua gestione e sulla (a volte mancata) valorizzazione del patrimonio.

«Lo sviluppo deve passar da turismo e cultura – dice Ranuccio – Il decremento degli studenti nelle scuole e la perdita degli uffici non può dipendere dall’amministrazione uscente». E sulla cultura aggiunge: «Parlare di cultura non è per me spendere 30mila euro per un premio e poi non permette ai cittadini di assistervi in condizioni sicure e dignitose. L’area della pinacoteca alla Casa della Cultura è un esempio di come si fa cultura in maniera corretta».

Ranuccio lancia quindi una frecciata a Barone, toccando il tema dei prepensionamenti dei dipendenti comunali: «È stata un’operazione sulla quale sono stato in disaccordo, un’operazione scellerata». Secca la replica di Barone: «Lo rifarei. Stiamo parlando di persone che avevano già raggiunto l’età pensionabile e che un’iniqua legge ha costretto a rimanere».

La sanità e il nuovo ospedale della Piana

«L’opera si farà e ne siamo certi, lo attendiamo da oltre 13 anni. C’è un iter amministrativo complesso che stiamo seguendo da tempo ed è importante, adesso, che tutti remiamo dalla stessa parte affinché i lavori partano il prima possibile».

Aggiunge Barone: «Il posizionamento dell’ospedale era altrove e siamo riusciti al tempo a farlo sorgere a Palmi, quando ero consigliere provinciale, grazie anche all’impegno dei consiglierei Demetrio Crucitti e Santo Gioffrè. Abbiamo inserito in questa progettazione anche il cavalcavia che determina la possibilità di entrare nell’area dell’ospedale senza fare il giro della città».

In realtà il cavalcavia è stata un’opera di compensazione dell’Anas, donata alla città per il disagio causato durante i lavori di ammodernamento del tratto autostradale che passa da Palmi.

Legalità e liste “pulite”

«Dieci anni fa ho fatto firmare un documento a tutti i miei candidati, i quali dichiaravano di non far parte di associazioni segrete, associazioni mafiose e di non essere stati condannati per reati di natura amministrativa – spiega Barone – È facile parlare di legge e morale quando tocca gli altri, abbiamo l’esempio di quello che è successo a Reggio Calabria con Falcomatà dove è dovuto intervenire il prefetto, perché non si dimetteva mai nessuno».

Risponde Ranuccio: «Io credo che questo sia un tema anche di natura sostanziale. Nel corso del mio mandato la mia amministrazione non è mai stata sfiorata da alcuno scandalo, arrestato o altro e questo può dare credibilità rispetto alle liste che andiamo a comporre. Le liste sono fatte da persone capaci e competenti e la loro provenienza sarà il nostro cavallo di battaglia».

Rifiuti, acqua e “multiutility”

Ranuccio non si trova d’accordo con il metodo con cui si è arrivati ad approvare la riforma voluta dal presidente della Regione, Occhiuto.

«Ribadisco quanto già detto: rimane un contenitore vuoto sia rispetto alla gestione del ciclo idrico che dei rifiuti: è stato creato questo nuovo strumento, sappiamo chi la guiderà, ma non sappiamo qual è l’obiettivo».

Sull’argomento Barone si trova d’accordo per quanto riguarda il sistema idrico. «Sui rifiuti mi rifiuto di rispondere – dice Barone, giocando con le parole – Bisogna vedere cosa porta il rigassificatore: se ci garantirà che verranno preservate le nostre bellezze e le nostre coste allora si potrà fare. Non si può essere contrari a prescindere».

Ultimi Articoli

Guardia giurata palmese accusata di atti persecutori, il gip decide l’archiviazione

L'uomo era difeso dagli avvocati Mimma Sprizzi, Pasquale Aquino e Antonio Papalia

Polistena Futura denuncia: «Termosifoni spenti nelle scuole. Dov’è il sindaco?»

Il gruppo consiliare di opposizione punta il dito anche contro la mancata nomina degli assistenti ai disabili

Esplosione mortale a Bagnara: una fiamma ossidrica potrebbe essere all’origine dello scoppio

Lo scoppio potrebbe essere stato provocato da una scintilla sprigionata da una fiamma ossidrica

25 novembre, dal “Pizi” di Palmi un forte “no” alla violenza sulle donne

Il “Pizi” fa sentire forte e chiaro il suo “no” alla violenza contro le...

Polistena Futura denuncia: «Termosifoni spenti nelle scuole. Dov’è il sindaco?»

Il gruppo consiliare di opposizione punta il dito anche contro la mancata nomina degli assistenti ai disabili

Polistena, i manifesti “capovolti” in segno di vicinanza al sindaco Tripodi

Nei giorni scorsi il primo cittadino è stato attaccato dai consiglieri del gruppo "Polistena Futura"

Reggio, a Palazzo Alvaro una mostra di abiti ispirati a Gianni Versace

Presentato il ricco calendario di iniziative promosse in occasione dell'anniversario della nascita del mastro Versace, che coinvolge associazioni ed operatori del settore moda.