HomeSocietàA Polistena la prima edizione di "Open Day Culture"

A Polistena la prima edizione di “Open Day Culture”

Pubblicato il

L’Amministrazione Comunale di Polistena, il 10 e 11 dicembre, organizza una due giorni denominata “Open day Culture” nella suggestiva cornice della casa natia dei Jerace, per valorizzare una serie di attività culturali e istituzionali messe in campo in città.

In particolare sarà dato risalto al progetto di biblioteca digitale che verrà messo gratuitamente a disposizione di cittadini residenti e studenti polistenesi. È prevista un’apposita sessione dedicata alle registrazioni per le scuole secondarie di primo grado. 

Nell’ambito della “due giorni” saranno presentati inoltre: l’app digitale POLISTENA realizzata da Growapp, il video spot promozionale SONO POLISTENA realizzato dal videomaker polistenese Alessandro Pecora, la piattaforma RIPREMIA collegata alla raccolta differenziata con sconti in bolletta per i cittadini.

Sarà presentato il volume di recentissima pubblicazione di mariano Mazzullo “L’ETERNO SOGNATORE. Vita e opere di Domenico Mazzullo”, artista che proviene dalla scuola di scultura polistenese della famiglia Jerace. Il calendario prevede il seguente programma:

Domenica 10 dicembre alle ore 16:00, apertura Casa Jerace e registrazioni GRATUITE alla piattaforma “MLOL – La biblioteca digitale”. Aprirà i lavori l’intervento del Sindaco di Polistena Michele Tripodi.

Sarà poi illustrato dal vicesindaco Giuseppe Politanò il progetto “Reading in road – Libri aperti per strada” finanziato dalla Regione Calabria. Alle ore 17:00 sarà presentata l’app “POLISTENA” a cura di Giancarlo Campisi, responsabile GrowApp srl. A seguire l’Assessore comunale all’ambiente Marco Nasso procederà a spiegare il funzionamento della piattaforma RIPREMIA. Alle ore 17.45 sarà presentato il video “SONO POLISTENA” realizzato da “ENGAGE!” di Alessandro Pecora con la partecipazione di Gabiria Politanò – Aleria Studio. Il Sindaco Michele Tripodi concluderà i lavori.

Lunedì 11 dicembre dalle ore 09.00 alle ore 12.00 le registrazioni alla piattaforma MLOL biblioteca digitale, completamente gratuite, saranno dedicate agli alunni delle scuole cittadine e nel pomeriggio prima del convegno ai cittadini. Alle 17.30 dei lunedì 11 dicembre l’OPEN DAY CULTURE si concluderà con la presentazione del libro “L’ETERNO SOGNATORE. Vita e opere di Domenico Mazzullo” con i saluti istituzionali del Sindaco Michele Tripodi. Interventi di Maria Catena Napoli, Assessore comunale, Ketty Tutino editore “Kerit – LC Edizioni”, Gianfranco Solferino storico dell’arte, Mariano Mazzullo, autore del libro.

Il Sindaco Michele Tripodi in vista dell’importante iniziativa ha dichiarato: «L’OPEN DAY CULTURE rappresenta un passo in avanti per la fruizione di percorsi culturali e formativi rivolti alle nuove generazioni e per questo incastonati nell’era digitale che accompagnerà i cittadini di Polistena verso la prossima apertura della Casa della Cultura a Palazzo Sigillò».

Ultimi Articoli

Autorità portuale, Pasquale Faraone nominato segretario generale

Il dirigente subentra ad Alessandro Guerri che ha lasciato l'incarico ricoperto dallo scorso gennaio

Il premio “Stefano Viola“ a Davide Possanzini: l’accoglienza di Falcomatà

Il sindaco: «Eroe di una Reggina da serie A, ci ricorda chi siamo stati e chi vogliamo tornare a essere»

Gioia Tauro: Minaccia di morte sui social da parte delle “Brigate Rosse”, identificato l’autore dai Carabinieri

I Carabinieri hanno identificato e deferito l'autore delle minacce di morte pubblicate sui social...

Cultura e fede in don Francesco Laruffa

L’intitolazione della Sala Biblioteca a don Francesco Laruffa nella scuola secondaria di primo grado...

Cultura e fede in don Francesco Laruffa

L’intitolazione della Sala Biblioteca a don Francesco Laruffa nella scuola secondaria di primo grado...

Reggio Calabria e lo chef Cogliandro in onda su Rai 2 a “Eat Parade”

Sabato 15 giugno sarà trasmessa la puntata dedicata alla città calabrese

“Canti, culuri e balli da me terra”: a Palmi le tradizioni si insegnano giocando

Gli alunni della scuola paritaria dell'infanzia Peter Pan protagonisti di una rappresentazione che ha esaltato il patrimonio culturale della città