HomeCronacaVent'anni fa la strage di Nassiriya: a Palmi il ricordo del Lions...

Vent’anni fa la strage di Nassiriya: a Palmi il ricordo del Lions Club

Pubblicato il

Il Lions Club di Palmi ha commemorato questa mattina i caduti di Nassiriya, a vent’anni dall’attacco avvenuto durante la missione “Antica Babilonia”.

Nel solco della ormai consolidata tradizione che si rinnova ogni anno, il presidente del Club, Domenico Barone, il maggiore Luca Ghiselli e il comandante di stazione, Giovanni Calabria, hanno omaggiato, in occasione del ventennale dell’attentato, gli eroi caduti nell’adempimento del loro dovere in missione di pace, deponendo una corona ai piedi della lapide conservata nei locali della caserma carabinieri di Palmi.

Una cerimonia commossa, accompagnata da un trombettista che ha suonato “Il Silenzio”, ha ricordato ai presenti di tutte le età il valore della pace e lo sforzo che i militari italiani compiono ogni giorno per assicurare questo immenso bene a noi cittadini.

Ultimi Articoli

Felici & Conflenti, dal 23 luglio la festa di comunità più grande della Calabria dedicata al patrimonio coreutico e musicale

Prime tre giornate tra natura, incontri e formazione. Ospiti di rilievo Mimmo Lucano, Vito Teti, Giuseppe Smorto e Massimiliano Capalbo

I Negramaro chiudono la tappa palmese dell’RDS Summer Festival 2024

Sul palco anche Irama. Piazza I Maggio piena per l'evento musicale

Incendio di Palmi, Arpacal installa un’altra centralina a Taurianova

Il sindaco Biasi ringrazia per la prontezza: «Siamo con i cittadini che chiedono trasparenza per trattare l’allarme senza generare inutili allarmismi»

Oppido, aumento della Tari. L’opposizione insorge in aula: «Inaccettabile la scelta dell’amministrazione»

Il consigliere Margherita Mazzeo critica anche la scelta di nomina di un assessore tecnico esterno

Controlli della Polizia nella Piana, 11 denunce e sanzioni per 15mila euro

Particolare attenzione è stata prestata ai veicoli in transito nelle zone della movida

Avrebbero usufruito del bonus facciate senza aver realizzato i lavori: due persone ai domiciliari e 1,6 milioni di euro di beni sequestrati

L'operazione della Guardia di Finanza è stata coordinata dalla Procura di Palmi