Polistena, ancora senza stipendio i lavoratori dei servizi ambulatoriali dell’ospedale

Avviata l'apertura dello stato di agitazione dei lavoratori addetti alle pulizie

0
154
Ospedale di Polistena
Ospedale di Polistena

È stato avviato nei giorni scorsi l’apertura dello stato d’agitazione dei lavoratori addetti alle pulizie e sanificazione dell’ospedale di Polistena e delle strutture ambulatoriali da parte della Filcams Cgil.

Ciò è dovuto al mancato pagamento da parte delle aziende esecutrici dell’appalto della mensilità di dicembre 2021. Sgs e Brutia che svolgono la propria attività sull’ospedale di Polistena e sugli ambulatori della Piana, in ATI con la Helios società Coop, hanno comunicato con un semplice messaggino whatsapp che il pagamento non poteva avvenire a causa del mancato pagamento delle fatture da parte dell’ASP di Reggio Calabria.

Si ritorna quindi alle critiche situazioni che per anni hanno condizionato l’appalto delle pulizie degli ospedali dell’intera Città Metropolitana. Con l’Asp che sembrerebbe non aver pagato le fatture alle società che espletano il servizio essenziale all’interno degli ospedali e delle strutture ambulatoriali.

C’è anche da chiedersi come sia possibile che un tempo, quando le società non erano in amministrazione giudiziaria i pagamenti da parte dell’Asp verso le aziende avvenivano in maniera regolare ed oggi invece, che le società sono gestiste dallo stato, l’Asp ritardi nel pagare le fatture.

Riteniamo importantissimo il lavoro svolto in questi anni di pandemia dal personale addetto alle pulizie e sanificazione dell’ex Provincia, che per primi si sono caricati il peso di una crisi sanitaria globale senza mai tirarsi indietro e beccandosi a più riprese il covid e mettendo a rischio anche la propria salute e quella dei propri familiari.

Quindi è ancora di più inconcepibile come un servizio essenziale e primario, soprattutto in questo momento, possa essere sottovalutato dalla direzione dell’Asp e chiediamo pertanto al Commissario Straordinario, Gianluigi Scaffidi di intervenire sulla questione per trovare le giuste soluzioni a tutela del reddito e dell’occupazione dei lavoratori e delle lavoratrici interessate.

Abbiamo chiesto pertanto al Prefetto di Reggio Calabria Massimo Mariani di convocare un apposita riunione alla presenza dei vertici dell’Asp e degli Amministratori Giudiziari al fine di trovare soluzioni condivise alla risoluzione della vertenza.

Ci auguriamo infine come Filcams Cgil che L’ASP avvii nel breve tempo la nuova gara d’appalto e che la stessa vada a rivedere il precedente appalto, viziato in molte parti, con evidenti carenze di servizi che si ripercuotono poi sui lavoratori ed i cittadini.

Samantha Caridi
Coordinatrice Filcams Cgil Area Metropolitana