Errore 404 - Pagina Non Trovata
Siamo spiacenti, ma la pagina richiesta non esiste
Puoi andare nella home page

I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI

0 1
istruzione e cultura

GIOIA TAURO – La sala Fallara di Gioia Tauro ospiterà, venerdì 6 marzo alle 17, il forum “Istruzione e cultura motore del cambiamento”.

Istruzione
la locandina dell’evento
Quello di venerdì sarà il quarto di una serie di appuntamenti, organizzati dal Movimento Roosevelt a da Giuseppe Pedà, in vista delle elezioni comunali della prossima primavera.

Gli incontri sono pensati per discutere e approfondire le questioni che interessano da vicino la società civile gioiese.

Sui temi dell’istruzione e della cultura interverranno come ospiti i dirigenti scolastici Luciano Ardissone, Mariarosaria Russo e Luisa Vitale.

Toccherà al candidato a sindaco Giuseppe Pedà, al termine del dibattito illustrare le proprie idee programmatiche sull’argomento.

Negli incontri precedenti si è parlato di imprenditoria giovanile, politiche sociali e sport.

0 2
assemblea
ruote squarciate

GIOIA TAURO – Aumentano le adesioni all’assemblea della Cgil della Piana di Gioia Tauro, in programma per le 16 di questo pomeriggio, e organizzata questa mattina, in risposta alla grave intimidazione subita.

I primi ad arrivare alla Camera del lavoro, questa mattina hanno visto che le quattro ruote del furgone, utilizzato per fare sindacato di strada, erano state squarciate.

Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Polizia, diretti dal vicequestore aggiunto Angelo Morabito, che hanno avviato le indagini.

La segreteria dell’organizzazione sindacale ha deciso di organizzare un’assemblea per dare una risposta forte e immediata all’intimidazione subita.

Hanno manifestato pubblicamente la propria vicinanza e solidarietà, i tesserati del Pd di Gioia Tauro, il coordinatore dei circoli del Pd della Piana, Michele Galimi e il consigliere provinciale Giuseppe Longo.
assemblea

La nota di Lacquaniti

“Ci sono luoghi in cui svolgere il proprio lavoro è sempre una grande sfida- ha scritto in una nota il parlamentare del Pd, Luigi Lacquaniti – e chi sta al fianco dei lavoratori lo sa bene. Il grave gesto intimidatorio ai danni del camper della Cgil di Gioia Tauro rappresenta, senza dubbio, la volontà da parte di soggetti criminali di bloccare l’attività di chi, giornalmente, opera per il bene della comunità. Il camper – prosegue Lacquaniti – infatti, è il simbolo dell’operato della Cgil, il cosiddetto “sindacato di strada”, che concretamente si muove lì dove ci sono i problemi dei cittadini e porta ascolto ed aiuto. A tutta la Cgil Calabria esprimo solidarietà e vicinanza, consapevole del fatto che niente potrà fermare il lavoro che, con serietà e passione, questa importante organizzazione sindacale porta avanti”.

Il comunicato di Romeo

Anche Sebi Romeo, capogruppo del Pd in consiglio regionale, ha espresso la propria vicinanza: “E’ l’ennesimo sfregio ad un territorio che tenta di affrancarsi dalle dinamiche criminali che lo vorrebbero assoggettato al malaffare ed un attacco frontale all’impegno, costante e determinato, che il sindacato mette in campo. Esprimo alla CGIL – ha dichiarato Romeo – ed ai suoi iscritti la mia più assoluta vicinanza, certo che il camper del “Sindacato di Strada” tornerà fin da subito ad operare a tutela e garanzia dei diritti degli ultimi, chiunque abbia immaginato di fermarlo non ha raggiunto il suo obiettivo”.

assemblea
Seby Romeo

“Proprio a tutela dei diritti dei più deboli – prosegue Romeo – ed a supporto dell’attività sindacale, sto elaborando un disegno di legge per la lotta al caporalato che andrà in discussione non appena si insedierà la commissione competente. Una Calabria che cambia e che cresce non può che passare dalla forza delle azioni sinergiche tra rappresentanti del mondo della politica, dei sindacati e della società”.

Il consigliere regionale ha poi ribadito l’intenzione di voler promuovere insieme al segretario regionale Ernesto Magorno una manifestazione a Rosarno: “il Partito Democratico calabrese – ha concluso – coordinerà l’organizzazione di una grande manifestazione contro tutte le mafie e contro la cultura della sopraffazione, da tenersi a Rosarno nel più breve tempo possibile”.

0 6

GIOIA TAURO – La Cgil di Gioia Tauro ha subito nella notte un grave atto intimidatorio.
Sono state tagliate tutte e quattro le gomme del furgone che l’organizzazione sindacale utilizza per fare sindacato di strada.

Il Furgone era parcheggiato davanti alla sede di via Bellini a Gioia Tauro.

“È una chiara intimidazione – si legge in una nota diffusa dalla segreteria regionale del sindacato – verso le attività che tutte le categorie e la CGIL della Piana stanno facendo.
Per questo motivo è convocata alla presenza anche del segretario Regionale della Cgil Calabria Michele Gravano una assemblea con contestuale conferenza stampa”.

0 2
Polizia

ROSARNO – Si sono costituiti Antonio Tortora e Cosimo Biagio Nardelli. I due, rispettivamente di 23 e 35 anni, erano sfuggiti all’arresto qualche giorno fa nell’ambito dell’operazione safe roads, effettuata dagli agenti del commissariato di Gioia Tauro, sotto la direzione del vicequestore Angelo Morabito.

Tutti gli arrestati sono accusati di far parte di una banda che avrebbe rapinato conducenti di tir, farmacie, uffici postali, distributori di carburante e cacciatori.
I colpi messi a segno

Tra le rapine messe a segno ci sono quattro uffici postali (Feroleto della Chiesa, Rizziconi, Laureana di Borrello e Polistena), una tabaccheria, un negozio di cellulari. La maggior parte delle azioni criminali si sono però concentrate sui Tir. Da qui il nome dell’operazione “Safe roads” (strade sicure).

Safe Roads: la dinamica delle rapine

I camionisti derubati venivano bloccati dai rapinatori mentre percorrevano l’autostrada o alcune strade interne della Piana e costretti a raggiungere luoghi isolati dove i tir venivano scaricati mentre gli autisti erano costretti a stare fermi sotto la minaccia delle armi.

L’operazione è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Palmi.

0 2

La rassegna stampa di Inquietonotizie.it di martedì 3 marzo 2015.

Queste le principali notizie della piana pubblicate oggi dai tre quotidiani calabresi:

– Sul Garantista, le dichiarazioni del collaboratore di Giustizia Marcello Fondacaro;
– dopo l’intimiadazione a Francesco Bonelli, Magorno e Romeo promuovono una manifestazione contro la criminalità a Rosarno;
– l’arresto di tre giovani della Piana per detenzione di droga, l’arresto è avvenuto a Palermo;
– si sono costituiti Antonino Tortora e Cosimo Nardelli. Erano sfuggiti all’arresto qualche giorno fa nell’ambito dell’operazione safe roads;
– La modifica di alcune deleghe di giunta, effettuata a Palmi dal sindaco Gianni Barone.

In studio Lucio Rodinò.

La rassegna è disponibile anche sul canale youtube di Inquietonotizie.it

0 13
Polizia

GIOIA TAURO – Tre ragazzi della Piana sono stati arrestati a Palermo insieme a un pregiudicato del luogo, Salvatore Peritore di 58 anni. Si tratta di Giuseppe e Saverio Saltalamacchia, di 31 e 33 anni, di Gioia Tauro, e Giuseppe Arcieri, 35 anni, di Polistena. la Polizia li ha sorpresi con due chili di cocaina.

L’operazione è frutto di un’indagine avviata il 2 febbraio scorso quando agenti dell’Antidroga della squadra mobile avevano notato un incontro sospetto, in via Santissima Mediatrice, tra Peritore e Giuseppe Saltalamacchia, che era a bordo di un’auto intestata a una donna di Gioia Tauro.

I controlli più approfonditi sono scattati perchè lo scorso 21 agosto a Peritore erano stati sequestrati 93 mila euro in contanti, di cui non aveva saputo giustificare la provenienza.

Gli investigatori hanno notato le due auto con a bordo i tre calabresi, che hanno raggiunto Peritore.

Le vetture sono state fermate e in un pannello, all’interno di quella condotta da Arcieri sono stati trovati due involucri di cellophane con due chili di cocaina per un valore di circa 250 mila euro.