Sparatoria a Rosarno, si è costituito Consiglio

È accusato di detenzione e porto illegale di arma comune da sparo clandestina e tentato omicidio

La caserma dei carabinieri a Rosarno
La caserma dei carabinieri a Rosarno

Oggi pomeriggio si è costituito Salvatore Consiglio, il 37 enne di Rosarno che sabato scorso era scampato a un agguato sparando alcuni colpi di pistola e facendo perdere le sue tracce.

L’uomo si è presentato in caserma a Rosarno, accompagnato dal suo avvocato.

Un cambio di passo per la Calabria
Un cambio di passo per la Calabria

Su Consiglio pendeva dal 20 settembre un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Dda di Reggio per detenzione e porto illegale di arma comune da sparo clandestina e tentato omicidio.

Il fermo è legato alla sparatoria di sabato quando il 37enne, dopo essere stato tamponato da un altro veicolo, esplodeva all’indirizzo di quest’ultimo 4 colpi di pistola cal 9×21, senza tuttavia colpire alcuno e dandosi alla fuga.

Consiglio ha consegnato spontaneamente una pistola Beretta modello PX4 Storm, con matricola abrasa, verosimilmente utilizzata per commettere il delitto.

Al termine degli adempimenti di rito è stato interrogato e trasferito nel carcere di Palmi.

The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab

p2man
p2man
p2man
p2man