“Riprendiamoci la libertà”, a Taurianova l’iniziativa della Cgil

Un presidio sabato 30 settembre per manifestare contro la violenza sulle donne, la depenalizzazione dello stalking, la narrativa con cui stupri e omicidi diventano un processo alle vittime

Riceviamo e pubblichiamo:

“Riprendiamoci la libertà”: con questo slogan il segretario generale della Cgil Susanna Camusso invita uomini e donne a scendere nelle piazze italiane sabato 30 settembre per manifestare contro la violenza sulle donne, la depenalizzazione dello stalking, la narrativa con cui stupri e omicidi diventano un processo alle vittime.

Un cambio di passo per la Calabria
Un cambio di passo per la Calabria

La Cgil lancia quindi, una mobilitazione nazionale per chiedere agli uomini, alla politica, ai media, alla magistratura, alle forze dell’ordine e al mondo della scuola un cambio di rotta nei comportamenti, nel linguaggio, nella cultura e nell’assunzione di responsabilità di questo fenomeno drammatico.

La Cgil della Piana di Gioia Tauro, fermamente convinta che “la violenza maschile sulle donne non è un problema delle donne”, giorno 30 settembre sarà a Taurianova alle ore 17:30 presso la villa comunale con un presidio, letture di brani significativi, e interventi musicali.

Pertanto invitiamo tutta la cittadinanza, le associazioni culturali e di volontariato della piana ad essere presenti all’iniziativa promossa della Cgil nazionale e dalla Cgil della Piana di Gioia Tauro.

Celeste Logiacco
Segretaria Generale Cgil Piana di Gioia Tauro

The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab

p2man
p2man
p2man
p2man