Provvidenza, la Cassazione accoglie il ricorso di Antonio Piromalli

Annullata con rinvio l'ordinanza nei confronti del 78enne difeso dai legali Aricò e Nizzari

Mediterraneo, il tribunale di Reggio Calabria
il tribunale di Reggio Calabria

La quinta sezione della Corte di Cassazione ha annullato con rinvio l’ordinanza emessa dal Tribunale della Libertà di Reggio Calabria il 17 marzo 2017, nell’ambito della operazione “Provvidenza”. nei confronti del 78enne Antonio Piromalli, noto agli inquirenti come “u catanisi”.

A dare la notizia dell’accoglimento del ricorso sono stati i legali di Piromalli, Giovanni Aricò e Francesco Nizzari.

Un cambio di passo per la Calabria
Un cambio di passo per la Calabria

“In particolare – hanno affermato i due legali riferendosi al ricorso – era stata rilevata la carenza motivazionale dell’ordinanza del Gip, che si era richiamato acriticamente alle conclusioni della Procura della Repubblica. Inoltre – si legge ancora – era stato osservato come gli elementi posti a carico di Piromalli in relazione alla provvisoria imputazione fossero privi riscontri oggettivi tali da giustificare l’emissione del provvedimento restrittivo”.

Adesso la sezione Riesame del Tribunale di Reggio, dovrà nuovamente pronunciarsi sulla ordinanza cautelare.

Secondo la Dda Antonio Piromalli detto “u catanisi” e il fratello Giuseppe (72 anni detto facciazza e già detenuto) orienterebbero gli equilibri criminali dell’intero mandamento tirrenico condizionando il locale tessuto economico – imprenditoriale grazie alla complicità di imprenditori contigui alla cosca.

The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab

p2man
p2man
p2man
p2man