A Polistena saranno piantate 200 palme

Andranno a sostituire le piante colpite dal punteruolo rosso

Riceviamo e pubblichiamo:

L’aggressione del punteruolo ha determinato la distruzione di un grande patrimonio ambientale sul territorio comunale costituito da palme ornamentali c.d, delle “Canarie”.

Nonostante diversi trattamenti eseguiti nel tempo, molti esemplari sono andati perduti, altri hanno determinato il deperimento della vegetazione.

Il punteruolo (Rhynchophorus ferrugineus), purtroppo è un insetto molto ostico, che ritorna alla carica anche dopo i trattamenti periodici consigliati dalle autorità fitosanitarie.

Tuttavia alcuni esemplari di palma la c.d. palma californiana, altra palma con caratteristiche ornamentali simili a quella delle Canarie, appaiono meno suscettibili all’aggressione del punteruolo.

La maggior parte degli esemplari presenti sia sul territorio comunale che nelle campagne circostanti non è stata intaccata, anzi mostra una particolare e positiva resistenza all’insetto.

Per tali motivi l’Amministrazione Comunale, ha accolto di buon grado la donazione di circa 200 esemplari di palma “washingtonia”, e procederà a breve alla loro piantumazione in diversi parchi, giardini e piazze pubbliche. Le palme cedute gratuitamente al comune, sono comprese tra un altezza di 0,50 metri e 4 metri circa e saranno collocate in diversi luoghi del territorio comunale tra cui: area verde di Piazzetta Tigani, area verde Agenzia delle Entrate, area verde Piazza Valensise, area verde Via Marco Polo, aree verdi parcheggio campo sportivo di via Fausto Gullo, area verde dinanzi scuola Belà, svincolo circonvallazione (incrocio via Vescovo Morabito), area verde scuola G. Renda, aree verdi ingresso e vie centrali zona industriale, parcheggio antistante il palazzetto dello sport e area prospiciente il torrente Jerulli (C/da San Giovanni).

In particolare tra le palme colpite da punteruolo, figurano pure quelle di Piazza della Repubblica, alcune delle quali, dopo diversi tentativi di recupero, appaiono ormai irrecuperabili, come riferito a seguito di sopralluogo svolto anche da tecnici della Regione Calabria, e nel tempo potrebbero pure costituire pericolo per l’incolumità dei passanti.

L’Amministrazione Comunale a tal proposito procederà ad un tentativo sperimentale, preceduto dall’abbattimento delle vecchie palme ammalate, di sostituzione di quelle esistenti, con n. 4 palme californiane oggetto della donazione di altezza non inferiore ai 4 metri.

L’idea è quella di mantenere, senza introdurre nuove specie di alberi, una certa continuità concettuale del verde storico nella piazza principale di Polistena, dove le palme hanno rappresentato il simbolo identitario della città.

Le palme “californiane” che saranno messe a dimora avranno una statura media, non molto alta, anche per consentire alla pianta di poter attecchire con maggiore rapidità, e per facilitare le operazioni di trapianto.

Ci auguriamo che tale operazione, che presenta molti aspetti di convenienza in quanto si interverrà solo nell’aiuola senza dover demolire la piazza ed incorrere ad ingenti spese, potrà andare a buon fine restituendo alla Piazza della Repubblica la sua bella immagine di sempre.

Altra importante novità da segnalare, nell’ambito della riqualificazione del verde in atto, è la previsione di un intervento di piantumazione nel parcheggio antistante il palazzetto dello sport, dove parallelamente alla carreggiata stradale sarà realizzata un’aiuola longilinea che, ospitando le palme in questione, delimiterà l’area riservata a parcheggio favorendo le condizioni di sicurezza ed introducendo elementi di verde e di arredo urbano in uno spazio cementificato.

Per l’Amministrazione Comunale
il sindaco Michele Tripodi

Punto Enel Palmi
Punto Enel Palmi
Punto Enel Palmi
Punto Enel Palmi