GIOIA TAURO – Si è conclusa domenica scorsa la prima edizione della mostra di modellismo statico organizzata dall’associazione culturale Giangurgolo con il patrocinio del comune di Gioia Tauro.

L’esposizione è stata allestita all’interno della sala Fallara, da giovedì 5 maggio fino a domenica 8.

La mostra rientra negli eventi che l’associazione Giangurgolo, guidata dal presidente Antonio Calarco, ha deciso di organizzare per festeggiare il ventesimo anno di attività.

I modelli in esposizione sono stati creati da Franco Tilotta, Valerio Altomonte, Luigi Bagalà, Giovanni Bruno, Luciano Calabrò, Francesco Ieranò, Leonardo Lazzaro, Letterio Riso, Ippolito Seva e Matteo Tomaselli.

Dalle riproduzioni di antichi edifici storici gioiesi, a quelle dei galeoni e delle carrozze, tutte le opere in mostra hanno incuriosito i numerosi visitatori che nel fine settimana sono passati dalla Sala Fallara.

Il successo della prima edizione ha convinto i soci di Giangurgolo a mettere in cantiere l’iniziativa anche per il prossimo anno e ad allargarla a nuovi appassionati di modellismo.

In questi venti anni il gruppo di Giangurgolo si è distinto per la grande vivacità culturale espressa attraverso le commedie dialettali, scritte e dirette da Girolamo Ventra, ma anche grazie a moltissime iniziative promosse nel tempo come le rassegne teatrali estive e invernali, le commedie interpretate dai bambini (giangurgolini), le mostre di pittura e un concorso per i ragazzi delle scuole di Gioia Tauro.