Aggredisce sindaco e carabinieri, un arresto a Cinquefrondi

L'uomo, di nazionalità nigeriana e già noto alle forze di polizia, è accusato di resistenza e violenza a pubblico ufficiale

carabinieri

Ieri a Cinquefrondi i carabinieri hanno arrestato il 37enne Monday Omorogbe.

L’uomo, di nazionalità nigeriana e già noto alle forze di polizia, è accusato di resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Durante una riunione nella sede dello Sprar, Omorogbe ha prima inveito contro i delegati della Cooperativa Sankara – che si occupano del sistema di protezione per richiedenti asilo e dopo ha minacciato di morte e spintonato il sindaco Michele Conia che era intervenuto per calmarlo.

L’uomo ha minacciato anche i carabinieri arrivati pochi minuti dopo e quando i militari lo hanno invitato a seguirli in caserma per identificarlo, ha stretto al petto sua figlia neonata, usandola come scudo.

I carabinieri sono riusciti a liberare la bambina e a bloccare Omorogbe.

Prima di essere arrestato l’uomo ha ferito a calci due militari.

Omorogbe è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia di Taurianova, in attesa del rito direttissimo, su disposizione della Procura della Repubblica di Palmi.

The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab

p2man
p2man
p2man
p2man